Petrarcone lascia o ci ripensa? Sindaco un consiglio, rimanga a casa!

Petrarcone lascia o ci ripensa? Sindaco un consiglio, rimanga a casa!

Petrarcone lascia o ci ripensa? Sindaco un consiglio, rimanga a casa!

Egregio signor Sindaco, chi le scrive è un gruppo di cittadini iscritto al meetup "Movimento per cassino a 5 stelle", che vorrebbe dire la sua riguardo le dimissioni da Lei presentate la settimana scorsa.

Chiedendo un parere tra le persone che l’ hanno votata e leggendo i messaggi sulla sua bacheca Facebook, abbiamo notato che solo poche sono state in grado di dire o scrivere per quale motivo siano rimaste contente o deluse dal suo operato; la quasi totalità delle persone che le hanno dimostrato vicinanza, l’ hanno giustificata dicendo o scrivendo che Lei è una brava persona e che non ha niente a che vedere con quelli che l’ hanno preceduta, chiedendole quindi di non dimettersi per non farli ritornare.

PERCHÉ DOVREBBE SMETTERLA CON QUESTA PAGLIACCIATA?

Alcuni dei nostri iscritti hanno fatto loro un argomento inerente il nostro territorio; non c’è n'è stato uno da noi approfondito nel quale la Sua amministrazione abbia dimostrato integrità morale o rispetto delle normative vigenti, dimostrando quindi di non essere ne’ migliore ne’ peggiore di quelle che l’ hanno preceduta.
Proprio per le mancanze da noi individuate, Le chiediamo di non ritirare le sue dimissioni, elencando di seguito le tematiche affrontate e le criticità da noi riscontrate:

- FUNIVIA CASSINO-MONTECASSINO: nonostante la legge regionale che tutela i monumenti naturali, in questo caso quello di Montecassino, Lei e la sua amministrazione perseverate nel progetto di una sua realizzazione: sappia che la legge regionale nr 29 del 06 ottobre 1997, articolo 8 comma p, vieta la realizzazione di impianti a fune;

- DEPURATORE COMUNALE: nonostante i verbali ARPA in nostro possesso dimostrano che il depuratore, gestito dal gruppo ACEA, un anno non aveva l’autorizzazione e nei due successivi scaricava acqua inquinata nel fiume, i cittadini hanno continuato a pagare la quota depurazione;
- CONVENZIONE ENI ACQUA CAMPANIA COMUNE DI CASSINO; in una sua dichiarazione riportata in un articolo di aprile 2013 sul messaggero, Lei dichiarava di voler chiedere 2 milioni di euro per ogni anno in cui la società sopra menzionata captava più acqua di quella dovuta, ma la cosa, ci risulta, non ha avuto seguito;
- INCENERITORE DI SAN VITTORE: nonostante i rilievi dimostrino continui sforamenti dei valori fissati dalla legge, il Suo comune, in quanto confinante, non ha mai preso una posizione a riguardo, non tutelando quindi non solo i cittadini che vi abitano nelle vicinanze, ma anche tutto il cassinate, visto che l’area di ricaduta dei fumi delle ciminiere si estende per molti chilometri quadrati;
-TRASPARENZA DEL COMUNE: nonostante la normativa vigente in materia di trasparenza, noi cittadini non abbiamo quasi mai ricevuto risposte alle domande regolarmente protocollate;
- BILANCIO COMUNALE: nonostante il buco del bilancio comunale ammonti a decine di milioni di euro, la Sua amministrazione ha bocciato la richiesta effettuata tramite raccolta firme prima e da un consigliere comunale poi di istituire una commissione per individuarne i responsabili;
- RIFIUTI INTERRATI; nonostante le continue denunce dagli ambientalisti, quasi niente è stato fatto.

CASSINO DIVENTATA TERRA DI CONQUISTA PER PREPOTENTI

Cassino terra di prepotenti, questa è la nostra conclusione; basta fare una passeggiata in centro con un passeggino per constatare che i marciapiedi, tranne rare eccezioni, sono quasi impraticabili, quasi tutti pieni di escrementi di cani, i bar occupano il suolo pubblico quasi vietandone il transito, l’inquinamento acustico e ambientale la fanno da padrone, sulla raccolta differenziata il Suo ente ha dimostrato sempre molta tolleranza, rendendo la nostra città ancora più sporca e disordinata.
E' vero che molte di queste cose dipendono dall’ inciviltà della gente, ma è anche vero che finora, in tutti i casi sopra citati, la repressione è stata quasi nulla.

IL TRADIMENTO DEL PROGRAMMA ELETTORALE

Potremmo elencarle altre inadempienze, tipo quella grave di non averla mai vista combattere per difendere il nostro ospedale (si ricorda a tal proposito cosa prevedeva il suo programma?), per non parlare, ultima in ordine cronologico ma di certo non di importanza, della Sua presa di posizione alle ultime elezioni provinciali, che l’hanno vista al fianco di persone appartenenti a coalizioni alle quali la sua avrebbe dovuto sempre mantenere una certa distanza.
Oltre alle inadempienze sopra elencate, vorremmo denunciare a Lei e alle persone di Lei super entusiaste, il tradimento nei confronti dei suoi elettori per il non rispetto del programma elettorale della Sua coalizione;  provenendo da una colazione di sinistra, ha subito dimostrato la Sua incoerenza con quegli ideali, accettando subito la carica (ed il compenso) alla presidenza del COSILAM , e poi prendendo decisioni che vanno nella direzione opposta, per esempio affidando la gestione dell’asilo comunale ad un privato o intendendo affidare l’ampliamento del cimitero comunale in project financing.

Invitiamo quindi tutti i suoi sostenitori a rileggere il programma che Lei avrebbe voluto realizzare, e a dirci per quale motivo sono ancora entusiasti di Lei: nel frattempo Le rinnoviamo l’invito a non ritirare le dimissioni, facendole presente che, allo stato delle cose, solo noi non abbiamo padroni.

 

Related Articles

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close